Dieta dopo le feste come funziona per dimagrire? Schema e menù di esempio

Dieta dopo le feste come funziona per dimagrire? Schema e menù di esempio

Dieta dopo le feste, ritornare in forma senza stress

Il periodo delle festività natalizie, è caratterizzato dal consumo di cibi calorici, portate abbondanti e menu variegati. Gli snack, poi, sono a base di dolci speziati, cioccolate cremose e manicaretti tradizionali. Non c’è nulla di male nell’indulgere in qualche abbuffata all’anno, ma bisogna sapersi arrestare al momento opportuno. La gratificazione dietro pasticcini, gateau e cotechini, può generare una certa dipendenza, che non si traduce soltanto in accumulo adiposo.

A farne le spese è l’ambiente intestinale, estremamente sensibile all’abuso di alcolici, all’eccesso di zuccheri ed alla mancanza di fibre.

Impostare una dieta dopo le feste, è il metodo migliore per ritornare alla normalità, purché il processo avvenga in modo coscienzioso. Il calo ponderale, infatti, deve procedere senza stress, evitando regimi ipocalorici restrittivi.

Abbuffate e regimi restrittivi

L’epitelio intestinale è popolato da numerose colonie batteriche, che assumono il nome di “microbiota“. La stabilità di questo sistema, determina il benessere somatico così come quello psicologico. Indugiando in regimi alimentari scorretti, sia in eccesso che in difetto, tali colonie subiscono gravi alterazioni, chiamate “disbiosi“. Ciò conduce ad una ridotta produzione di serotonina, che rende apatici ed infelici. Abbuffate perenni e diete rigorose, insomma, tolgono la serenità!

Obbiettivi realistici

Durante le feste si prende giusto qualche chiletto, che tuttavia non è facile smaltire, soprattutto superati gli anta. Parlare di dieta, in questi casi, è comprensibile nonché auspicabile. Al fine di riuscire nell’impresa, è però importante stabilire obbiettivi realistici, concedendosi tutto il tempo necessario.

Partendo dall’assunto che i rotolini sull’addome spuntano dopo settimane di bagordi, è impensabile tornare filiformi in 48 ore. Rinunciare ad alcune pietanze, è un sacrificio necessario, basta evitare comportamenti irrazionali e strategie mortificanti. Gli amanti della pasta, ad esempio, non devono dire addio alle amate pappardelle, possono ridurre le dosi o la frequenza del consumo.

Suddivisione del percorso in tappe

Perdere peso può essere snervante ma l’errore più comune è quello di fare previsioni a lungo termine. Un trucco infallibile per non mollare la presa, è quello di procedere per tappe. Se ad esempio fosse necessario perdere 5 chili in 3 mesi, sarebbe opportuno suddividere l’intero processo in 3 o 6 tappe. Ciò significa smettere di focalizzarsi sulla quota totale e dirigere la propria attenzione verso i 400 grammi a settimana o gli 800 ogni 15 giorni.

Plateau, arresto del calo ponderale

Può capitare che, nonostante un iniziale successo, la dieta non porti i risultati agognati. Improvvisamente si smette di dimagrire, pur non barando o cedendo ai peccati di gola. Tale circostanza arreca un notevole disappunto, facendo temere malattie endocrinologiche latenti. La causa, in verità, è da attribuire al temutissimo “plateau“, una situazione di stallo priva di connotati patologici. Ciò fa comprendere che bisogna adottare strategie particolari, come controlli medici regolari, variazioni nella dieta ed esercizio ginnico. Il connubio tra questi elementi, mantiene negativo il bilancio energetico e garantisce il dimagrimento.

Dieta dopo le feste, schema e menu generale

Stilare un menu per perdere peso dopo le feste, è facile. Ciò che risulta impossibile è stabilire uno schema universale. Donne e uomini, infatti, sono contraddistinti da fabbisogni energetici diversi, sia in risposta ai parametrici fisici che agli stili di vita. Il primo passo consiste nell’abbandonare il “confort food”, croce e delizia di golosi ed emotivi.

La cioccolata calda, star indiscussa delle serate invernali, deve cedere il passo alle tisane drenanti, al the verde (vedi anche la dieta del the verde!) ed alla camomilla. Le merende non vanno mai eliminate del tutto, ma confinate a metà mattinata e nel primo pomeriggio. La colazione può essere ricca di cereali, soprattutto se integrali, abbinati magari ad un cappuccino o ad un caffè. Pranzo e cena, invece, devono prevedere una quantità minima di carboidrati (pane, riso o patate), una buona quota di proteine (carne, pesce, uova), un contorno (insalate miste oppure verdura di proprio gradimento) ed un frutto fresco di stagione.

 

Non è necessario bandire banane, cachi ed uva poiché zuccherini, l’importante è non mangiarne porzioni superiori ai 100 grammi. Anche la frutta secca trova un posto nel cuore della dieta post-natalizia, basta aggiungere qualche mandorla a colazione, tenendo a mente che 5 apportano 35 Kcal.

Cibi vietati

Recuperare dopo i bagordi, impone le necessarie restrizioni. Tra i cibi vietati ci sono gli snack, i salatini, le patatine, i torroni, le caramelle e la cioccolata. Anche le carni separate meccanicamente sono da bandire, poiché caratterizzate da bassa qualità ed eccesso di grassi.

Cibi consigliati

Pasta, pane e riso possono essere mangiati tranquillamente, ma è meglio selezionare le varianti integrali. Inoltre, risulta efficace decurtare il 20 o 30% dalla porzione abituale. Se ad esempio si è soliti mangiare 70 grammi di spaghetti al giorno, la quota deve scendere a 50 o 60. Cambiamenti non troppo radicali, producono progressi lievi ma costanti, che scongiurano l’effetto yo-yo. Tutto il pesce (vedi anche la dieta del pesce)può essere portato a tavola, l’importante è che sia fresco e che ci si impegni a variare.

La carne bianca può essere consumata più volte a settimana, quella rossa 1 o 2, ma è importante riservare almeno tre pasti ai legumi. Le verdure devono essere sempre presenti durante i tre pasti principali, sia come contorno che come condimento. Attenzione alle tecniche di cottura: sono perfette quelle ai ferri, al vapore, a bagnomaria ed al forno, mentre sono bandite tutte le fritture.

Dieta dopo le feste, funziona davvero?

Diminuire le porzioni, evitare il cibo-spazzatura e cucinare in modo sano, funziona sempre. La dieta dopo le feste fa dimagrire con dolcezza ed opera una contemporanea educazione alimentare.

Prodotti consigliati per risultati veloci e migliori

Sappiamo bene tutti che seguire una dieta è di per sé difficile. Allora a volte è il caso di “chiedere l’aiutino da casa” 🙂

In commercio per fortuna esistono prodotti efficaci che velocizzano il processo del dimagrimento e altri prodotti che rassodano il corpo. Per ottenere risultati migliori è consigliato comunque seguire una dieta, e aggiungere un integratore alimentare, e per quanto poco fare dell’attività fisica con degli semplici attrezzi da casa.

Tuttavia in alcuni casi questi prodotti si sono verificati efficaci anche senza dieta. Chiaramente i risultati sono sempre soggettivi. 

Ecco i consigli della redazione:

Il più efficace

  • Riduce il peso

  • Riduce il grasso

  • Riduce l'appetito

L'offerta migliore

  • Accelera il metabolismo

  • Controllo della fame

  • Ricostituente

Rassoda ogni parte del corpo

  • Bastano 10 minuti al giorno

  • Lavora su ogni muscolo

  • Combina esercizi cardio e tonici

L'ideale per ventre piatto e per scolpire gli addominali

  • Brucia i grassi

  • Da usare in qualsiasi momento

  • Bastano 10 minuti al giorno

Per rassodare i glutei

  • Rassoda i glutei

  • Scolpisce le gambe

  • Risultati rapidi

I prodotti consigliati che trovate all’interno degli articoli informativi, come per esempio gli articoli sulle diete, non fanno parte di quella specifica dieta, o metodo, o esercizio, o trattamento ecc ecc, ma sono solo un suggerimento aggiuntivo da parte della redazione, e la loro efficacia è sempre soggettiva. Inoltre dovresti sempre consultare un professionista prima di assumere e/o usare i prodotti suggeriti in questo sito web.
Le diete che trovate descritte in questo sito, sono solo a scopo informativo. Le diete di personaggi famosi, o di marchi registrati, o di aziende specifiche, che trovate in questo sito vanno sempre verificate con le fonti ufficiali in quanto non essendo noi gli autori e fondatori delle diete in questione, potrebbero talvolta esserci delle incongruenze. Tuttavia prima di seguire qualsiasi dieta consulta uno specialista. I nostri articoli sono a scopo informativo.
Gli esercizi fisici descritti in questo sito sono solo a titolo informativo. Prima di seguire qualsiasi esercizio, consultare un professionista del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il dimagrante più venduto in ItaliaSCOPRI DI PIU'