Dieta dell'insalata

Dieta dell’insalata funziona? Schema e menù di esempio

Con la dieta dell’insalata è possibile dimagrire attraverso un metodo leggero e sano, accontentando il senso di fame di ciascuno. Questa dieta prevede un regime alimentare abbastanza semplice da mantenere, rendendo anche divertente e stimolante la preparazione delle pietanze.

Proprio questo è senza dubbio uno dei segreti per una dieta di successo: prepararsi con cura il cibo è un modo per acquisire la consapevolezza di ciò che si sta facendo, di quello che si mangia e degli obiettivi fissati. Prima di perseguire una dieta fai da te è sempre meglio sentire il parere del medico. Una dieta comporta spesso dei compromessi e questo sottintende un’alimentazione non sempre completa che potrebbe portare delle carenze. Il medico potrebbe prescrivere degli integratori che farebbero da supporto (qui trovi i migliori).

Dieta dell’insalata: cos’è?

La dieta dell’insalata non comporta l’assunzione di questo ortaggio come unico alimento, ma lo vede come protagonista corredato da altre verdure e altri cibi. L’integrazione con cetrioli, carote, peperoni, finocchi, pomodori, spinaci e altro, favorisce il senso di sazietà e comporta comunque una nutrizione sana. Tale regime alimentare va mantenuto per pochi giorni poichè non è certo equilibrato, sebbene non comporti grandi problemi. Se seguita con attenzione, consente di perdere fino a un paio di chilogrammi nell’arco di una settimana.

Dieta dell’insalata: come funziona?

Come accennato, la dieta non prevede unicamente insalata, ma ammette pure lo yogurt, cereali e condimenti (con olio extravergine d’oliva). Il principio di funzionamento di questo regime dietetico è basato sul senso di sazietà che una insalata mista è in grado di dare se consumata prima di ogni pasto.

Questo metodo, insieme all’assunzione di almeno un paio di litri di acqua al giorno, aiuta a diminuire la fame. The e infusi vanno bene durante gli orari tipici degli spuntini. Assolutamente vietato saltare i pasti (colazione compresa) per non creare ulteriori squilibri e per non incrementare il senso di fame. Alle pietanze non aggiungere zucchero o sale, ma usare, al posto di quest’ultimo, delle spezie e ridurre al minimo (se non addirittura eliminare) il consumo di alcolici e superalcolici.

Dieta dell’insalata: come seguirla con successo

Essendo una dieta presuppone un regime alimentare restrittivo, che porta a rinunciare a qualcosa. Questo è senz’altro vero sebbene sia possibili ovviare a qualche rinuncia, ammettendo dei sostituti.
Seguendo la dieta dell’insalata, in caso di fame improvvisa, prevedere una mela come spuntino.

Succhi di frutta e bibite gassate non sono contemplate nel menù, ma è possibile scegliere comunque bevande senza zucchero o ipocaloriche, oppure diluire un succo di frutta nell’acqua. Unica eccezione per il succo di mela naturale: buono e ricco di proprietà. Gli infusi di erbe e frutta sono prodigiosi perché comportano l’assunzione di liquidi, hanno proprietà diverse e riescono a favorire la funzionalità renale.
In sostituzione dello zucchero è ammesso l’uso di un dolcificante, come ad esempio la stevia o la classica pastiglietta di aspartame.

Da evitare il consumo di formaggi (tranne la rara eccezione in cui è ammesso in piccola quantità), di salumi e di pasta. La dieta dell’insalata è priva quindi di grassi e di carboidrati, ma è ricca di fibre, di liquidi e solo in parte di proteine. Ecco perché va seguita per un dimagrimento rapido ma per pochi giorni. Se gli obiettivi dimagranti non sono stati raggiunti, è possibile alternare alla settimana di regime alimentare dietetico, altrettanti giorni di regime controllato, prima di riprendere la dieta, la quale non dà comunque un risultato garantito e uguale per tutti.

Schema e menù di esempio

La colazione deve essere fatta con uno yogurt possibilmente magro, un frutto oppure con un caffè. Il latte è concesso scremato o parzialmente scremato ed è possibile accompagnare con una fetta di pane tostato.

Sono ammessi gli spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio e, in base all’orario di cena, anche quello pre notte. In questi casi le opzioni, tra loro alternative, prevedono un caffè con eventualmente del latte scremato, un frutto (agrumi, mela, banana, pera), uno yogurt magro, anche alla frutta.
Lo schema divide la settimana in tre parti: i primi due giorni, i tre giorni centrali e infine il weekend.

  • Prima parte: a pranzo insalata mista con lattuga sedano, carote e pomodori prima di una porzione di pesce cotto alla griglia o bollito oppure un filetto di vitello alla piastra (il giorno dopo). Per dare una componente zuccherina è possibile scegliere i cachi o ananas come frutta. Per cena l’insalata può essere arricchita di tonno, molluschi oppure con dei cubetti di prosciutto cotto sgrassato.
  • Seconda parte: per i tre giorni centrali oltre alla solita insalata è possibile pranzare con dei frutti di mare grigliati, mentre per cena è ammesso anche un uovo sodo con patate, cipolle e peperoni. Volendo è possibile aggiungere il tutto nell’insalatona, creando anche un piacevole mix di colori. Carciofi, asparagi e mais, ad esempio, contribuiscono a creare ulteriori cromie. Per frutta un piccolo grappolino d’uva o una pera possono chiudere pranzo e cena. Al venerdì è concesso anche il pollo (lesso o alla griglia) da accompagnare con l’insalata, oppure del formaggio bianco magro che viene introdotto insieme a peperoni, olive, carote, sedano, cipolla e pomodoro.
  • Terza parte: per pranzo vale la stessa insalata di inizio settimana, con una porzione di frutti di mare cotti sulla piastra, mentre per la sera sono consentite patate lesse condite con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e prezzemolo, magari accompagnate con del tonno o polpa di granchio. In alternativa insalata di funghi e gamberi. La zuppa di verdure è il primo piatto del pranzo domenicale, che anticipa un secondo di pesce grigliato o al forno, mentre alla sera il consiglio verte verso una insalata mista con il tonno.

Prodotti consigliati per risultati veloci e migliori

Sappiamo bene tutti che seguire una dieta è di per sé difficile. Allora a volte è il caso di “chiedere l’aiutino da casa” 🙂

In commercio per fortuna esistono prodotti efficaci che velocizzano il processo del dimagrimento e altri prodotti che rassodano il corpo. Per ottenere risultati migliori è consigliato comunque seguire una dieta, e aggiungere un integratore alimentare, e per quanto poco fare dell’attività fisica con degli semplici attrezzi da casa.

Tuttavia in alcuni casi questi prodotti si sono verificati efficaci anche senza dieta. Chiaramente i risultati sono sempre soggettivi. 

Ecco i consigli della redazione:

Il più efficace

  • Riduce il peso

  • Riduce il grasso

  • Riduce l'appetito

L'offerta migliore

  • Accelera il metabolismo

  • Controllo della fame

  • Ricostituente

Rassoda ogni parte del corpo

  • Bastano 10 minuti al giorno

  • Lavora su ogni muscolo

  • Combina esercizi cardio e tonici

L'ideale per ventre piatto e per scolpire gli addominali

  • Brucia i grassi

  • Da usare in qualsiasi momento

  • Bastano 10 minuti al giorno

Per rassodare i glutei

  • Rassoda i glutei

  • Scolpisce le gambe

  • Risultati rapidi

I prodotti consigliati che trovate all’interno degli articoli informativi, come per esempio gli articoli sulle diete, non fanno parte di quella specifica dieta, o metodo, o esercizio, o trattamento ecc ecc, ma sono solo un suggerimento aggiuntivo da parte della redazione, e la loro efficacia è sempre soggettiva. Inoltre dovresti sempre consultare un professionista prima di assumere e/o usare i prodotti suggeriti in questo sito web.
Le diete che trovate descritte in questo sito, sono solo a scopo informativo. Le diete di personaggi famosi, o di marchi registrati, o di aziende specifiche, che trovate in questo sito vanno sempre verificate con le fonti ufficiali in quanto non essendo noi gli autori e fondatori delle diete in questione, potrebbero talvolta esserci delle incongruenze. Tuttavia prima di seguire qualsiasi dieta consulta uno specialista. I nostri articoli sono a scopo informativo.
Gli esercizi fisici descritti in questo sito sono solo a titolo informativo. Prima di seguire qualsiasi esercizio, consultare un professionista del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BRUCIA I GRASSI IN ECCESSO IN UN CICLOSCOPRI DI PIU'