Dieta del giorno libero

Dieta del giorno libero come funziona per dimagrire? Schema e menù di esempio

Quando ci si mette a dieta qual è il motivo per cui, molto spesso, si finisce per abbandonarla dopo pochi giorni? Il dover rinunciare ai propri cibi preferiti o alle situazioni conviviali che prevedono cene, aperitivi o pranzi in buona compagnia. Generalmente, dopo qualche settimana di entusiasmo e costanza, la voglia di concedersi la propria pietanza preferita, di fare il cosiddetto sgarro o, semplicemente, di vivere una giornata senza contare le calorie, è troppo forte e fa desistere dall’obiettivo. È possibile stare a dieta, dimagrire e non subire questo stress? Sì. Grazie alla dieta del giorno libero!

La dieta del giorno libero: cos’è?

Viene definita dieta del giorno libero e, già dal nome, dà un senso di libertà di scelta e di possibilità di concedersi qualche sfizio, generalmente vietato nei protocolli alimentari restrittivi. In effetti è proprio così.

Questa dieta prevede il conteggio delle calorie solo per sei giorni mentre il settimo, a scelta di chi la segue, è completamente libero e dedicato al relax, alla soddisfazione personale, al comfort-food e alle situazioni conviviali da godersi senza troppi pensieri e sensi di colpa. Unica richiesta? Tenere un po’ più basso del dovuto l’introito calorico dei sei giorni in cui si sta a dieta. Così da potersi permettere qualcosa in più nel giorno considerato libero e chiamato anche cheat-day.

L’apporto calorico

Il concetto è sempre quello, molto facile e conosciuto da tutti. Per dimagrire è necessario introdurre, ogni giorno, meno calorie rispetto a quelle che si consumano. Pertanto non è possibile stabilire un numero di calorie universalmente ottimale per tutti e, di conseguenza, nemmeno un numero di calorie in grado di far dimagrire chiunque. Prima di intraprendere la dieta del giorno libero è necessario calcolare il proprio fabbisogno calorico. Online è possibile trovare diversi calcolatori, più o meno affidabili ma che, in linea di massima, sono in grado di fornire un dato plausibile sul quale potersi regolare. Basterà introdurre i propri dati, quindi:

 

      • sesso;
      • età;
      • peso;
      • altezza;
      • livello di attività;

E si otterrà il numero di calorie quotidiane necessarie a sostenere il metabolismo basale. A questo dato vanno sottratte circa 150-200 calorie, che saranno sufficienti a creare un deficit. Protratto nel tempo, questo deficit calorico comporterà una graduale e sana perdita di peso.

Come calcolare le calorie giornaliere per strutturare una dieta del giorno libero?

Se l’idea è quella di seguire una dieta del giorno libero, che preveda quindi un cheat-day settimanale in cui poter mangiare di tutto, senza contare le calorie, bisognerà diminuire ulteriormente l’apporto calorico quotidiano. Sottraendo ulteriori 100-150 calorie nei sei giorni di regime si potrà avere un margine di calorie a credito, da sfruttare durante il giorno libero, senza compromettere i risultati della dieta. E continuando a dimagrire, pur facendo meno rinunce e concedendosi sgarri ogni settimana. Per ottimizzare ancora di più l’effetto dimagrante si può incrementare l’attività fisica abituale, cosa che permetterà di bruciare ulteriori calorie e diminuire ancora di più l’impatto del cheat-day sulla propria dieta.

Come strutturare una dieta del giorno libero: consigli pratici

Ecco come eseguire il calcolo in maniera facile e veloce. Ammettiamo che il calcolatore del fabbisogno calorico segnali 2000 calorie al giorno.

 

      • Togliamo 200 calorie per creare un deficit, quindi arriviamo a dover calcolare giornate alimentari da 1800 calorie.
      • A queste 1800 scaliamone altre 150 e arriviamo a giornate alimentari da 1650 calorie.
      • Strutturiamo i nostri menù in modo che non superino le 1650 calorie giornaliere.
      • Nel giorno libero concediamoci, senza alcun calcolo né restrizione, i piatti preferiti e le pietanze che più danno soddisfazione al palato.

Ricordare sempre che:

 

      • nel computo delle calorie vanno inserite anche le bevande, soprattutto se a base di frutta o zuccherate, così come le calorie della bustina di zucchero usata per dolcificare the, caffè o tisane;
      • ogni giorno bisogna idratarsi a sufficienza quindi bere almeno un litro e mezzo/due di acqua;
      • caramelle, gomme da masticare, liquirizie e dolcetti di questo genere non possono essere considerati spezzafame o strategie per limitare l’appetito tra un pasto e l’altro, in quanto contengono zucchero e calorie vuote, non nutrienti, ma che vanno comunque a gravare sul bilancio calorico;
      • è bene lottare contro la sedentarietà e dedicare ogni giorno almeno 20-30 minuti all’attività fisica, che sia una semplice corsa o passeggiata o un allenamento più impegnativo.

Prodotti consigliati per risultati veloci e migliori

Sappiamo bene tutti che seguire una dieta è di per sé difficile. Allora a volte è il caso di “chiedere l’aiutino da casa” 🙂

In commercio per fortuna esistono prodotti efficaci che velocizzano il processo del dimagrimento e altri prodotti che rassodano il corpo. Per ottenere risultati migliori è consigliato comunque seguire una dieta, e aggiungere un integratore alimentare, e per quanto poco fare dell’attività fisica con degli semplici attrezzi da casa.

Tuttavia in alcuni casi questi prodotti si sono verificati efficaci anche senza dieta. Chiaramente i risultati sono sempre soggettivi. 

Ecco i consigli della redazione:

Il più efficace

  • Riduce il peso

  • Riduce il grasso

  • Riduce l'appetito

L'offerta migliore

  • Accelera il metabolismo

  • Controllo della fame

  • Ricostituente

Rassoda ogni parte del corpo

  • Bastano 10 minuti al giorno

  • Lavora su ogni muscolo

  • Combina esercizi cardio e tonici

L'ideale per ventre piatto e per scolpire gli addominali

  • Brucia i grassi

  • Da usare in qualsiasi momento

  • Bastano 10 minuti al giorno

Per rassodare i glutei

  • Rassoda i glutei

  • Scolpisce le gambe

  • Risultati rapidi

I vantaggi della dieta del giorno libero

La dieta del giorno libero è una delle diete che, statisticamente, conta più successi. Questo perché, nonostante segua tutti i principi delle strategie di dimagrimento e sia comunque un regime alimentare bilanciato e sano, non è così restrittivo e non costringe chi la segue a sacrifici troppo reiterati nel tempo. Concedersi uno sgarro ogni sei giorni, infatti, aiuta a spezzare la routine, anche mentalmente. La ricarica settimanale soddisfa, agisce positivamente sull’umore, dà la carica necessaria a ripartire, il giorno dopo, con rinnovato entusiasmo e convinzione. Ciò permette di continuare più a lungo l’abitudine alimentare sana e controllata e quindi agisce più come un’educazione alimentare a lungo termine che come una dieta con un obiettivo da raggiungere in poco tempo.

Gli svantaggi

In effetti non ce ne sono. Se proprio vogliamo dirla tutta, c’è un solo aspetto da considerare e valutare quando si parla di dieta del giorno libero. Trattandosi di un protocollo alimentare piuttosto libero, che lascia carta bianca per ben quattro giorni al mese, il dimagrimento che si ottiene è leggermente più lento rispetto a quello ottenibile con diete più drastiche. Tuttavia, questo non è un aspetto del tutto negativo. Infatti, chi perde peso più lentamente ha diversi vantaggi:

 

      • preserva maggiormente la massa magra, quindi la tonicità del fisico e la forza;
      • non ha problemi di cali di zucchero con conseguente senso di stanchezza, spossatezza, sonnolenza e difficoltà di concentrazione;
      • mentalmente affronta la dieta in maniera più rilassata, evitando così i picchi di stress che, attivando la produzione di cortisolo possono sabotare il risultato.
I prodotti consigliati che trovate all’interno degli articoli informativi, come per esempio gli articoli sulle diete, non fanno parte di quella specifica dieta, o metodo, o esercizio, o trattamento ecc ecc, ma sono solo un suggerimento aggiuntivo da parte della redazione, e la loro efficacia è sempre soggettiva. Inoltre dovresti sempre consultare un professionista prima di assumere e/o usare i prodotti suggeriti in questo sito web.
Le diete che trovate descritte in questo sito, sono solo a scopo informativo. Le diete di personaggi famosi, o di marchi registrati, o di aziende specifiche, che trovate in questo sito vanno sempre verificate con le fonti ufficiali in quanto non essendo noi gli autori e fondatori delle diete in questione, potrebbero talvolta esserci delle incongruenze. Tuttavia prima di seguire qualsiasi dieta consulta uno specialista. I nostri articoli sono a scopo informativo.
Gli esercizi fisici descritti in questo sito sono solo a titolo informativo. Prima di seguire qualsiasi esercizio, consultare un professionista del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il dimagrante più venduto in ItaliaSCOPRI DI PIU'