Dieta dell'astronauta

Dieta dell’astronauta come funziona per dimagrire? Schema e menù di esempio

La dieta dell’astronauta sicuramente stimola la fantasia di chi legge, soprattutto se si tratta di persone alla ricerca di diete sempre nuove per mantenersi in forma e perdere peso in poco tempo. In questo caso si tratta di un particolare regime alimentare diffuso a partire dagli anni Sessanta ed ispirato, neanche a dirlo, a quello che la Nasa faceva seguire ai militari destinati a missioni nello spazio. Lo scopo, in quel caso, era chiaro: mantenere attiva la muscolatura in assenza di gravità, perdere qualche chilo ed evitare il senso di fame. Per tutte le altre persone potrebbe non essere così miracolosa come sembra o per lo meno è necessario evitare di prolungarla per più di 2 settimane perché, come vedremo, è molto sbilanciata e prevede cibi proteici a discapito di carboidrati e zuccheri.

Migliori dimagranti in offerta

Bestseller No. 1
Brucia Grassi Potenti Veloci | Integratore Made in Italy 60 capsule | Dimagrante forte veloce, Perdita peso | Termogenico, Drenante, Energia | Bruciagrassi
  • 🇮🇹 MADE IN ITALY: CLIIN crea solo prodotti Made in Italy per offrire una soluzione di qualità insuperabile. Siamo una Start Up Italiana, supporta l'economia locale e contribuisci a preservare le tradizioni che rendono l'Italia unica nel mondo.
  • ✅ FORMULA APPROVATA DAL MINISTERO DELLA SALUTE: Gli estratti naturali di CLIIN sono stati formulati secondo i più recenti dettami della nutraceutica al fine di migliorare il benessere psicofisico
  • 🔥BRUCIAGRASSI: La sinergia tra Caffeina, Estratto di Garcinia e Guaranà attiva il metabolismo e promuove la scomposizione dei grassi, consentendo al corpo di consumare più calorie e liberare energia, facilitando così il processo di perdita di peso.
Bestseller No. 2
Italian Elite® Integratore Brucia Grassi Elite Extreme. 120 caps Termogenico, Drenante, Dimagrante, Energizzante, Detox, Mental Booster.
  • ✅ INTEGRATORE ALIMENTARE: Elite Extreme contiene i più importanti ingredienti per stimolare il metabolismo, bruciare i grassi, depurare l’organismo, favorire la diuresi, aumentare l’energia e la concentrazione.
  • ✅ BRUCIAGRASSI: L’azione combinata di Caffeina, Tè Verde, Carnitina e Aceto di Mele, stimola il metabolismo e la lipolisi, permettendo all’organismo di bruciare più calorie e scomporre i grassi per sprigionare energia, favorendo il dimagrimento.
  • ✅ DRENANTE: Le proprietà diuretiche del Tè Verde, Peperoncino di Cayenna, Radice di Zenzero, Erba Mate, Noce di Cola, Lampone e Guaranà, aiutano il corpo a drenare i liquidi in eccesso, diminuendo la ritenzione idrica, il gonfiore e la cellulite.

Quali sono le caratteristiche della dieta dell’astronauta

In questa dieta sono quasi del tutto assenti i carboidrati e le fibre, mentre sono privilegiati alimenti molto nutrienti ed ipocalorici per evitare difficoltà digestive e formazione di gas intestinale; la perdita di peso in pochi giorni è significativa perché si può arrivare anche a 10 kg in sole 2 settimane. È necessario però fare molto attenzione se si decide di intraprenderla e consultare un medico o un nutrizionista proprio perché è particolarmente drastica e potrebbe comportare qualche problema. Insomma, meglio restare coni piedi per terra!

Durante questo regime alimentare è obbligatorio bere almeno 2 litri di acqua al giorno, fare attività fisica e non concedersi alcuno sgarro che potrebbe comprometterne del tutto la riuscita. È una dieta iperlipidica e ipocalorica durante la quale vengono assegnati dei punteggi ai vari cibi; la ripartizione dei nutrienti è la seguente: 30% carboidrati, 25% proteine, 45% lipidi. In sostanza sono ridotti o del tutto banditi pane, pasta, riso, cereali di ogni tipo mentre vengono privilegiati alimenti ad alto contenuto di grassi. Niente cibi ricchi di sale, fibre ed amido (come carote e patate). Durante la giornata non si può superare il punteggio dei vari nutrienti.

La dieta dell’astronauta funziona?

Questa dieta fa effettivamente perdere molti chili. Si basa, infatti, sul principio in base al quale con un ridotto apporto di carboidrati i grassi vengono assimilati dall’organismo molto lentamente; in assenza di energia immediata fornita dai carboidrati, infatti, il corpo deve necessariamente attingerla dai grassi andando a consumare quelli di riserva. Tutto questo, però, non risponde del tutto al normale funzionamento del nostro organismo e prevede dei passaggi di trasformazione delle sostanze che non sono normalmente utilizzati. Ecco perché se è vero che si perde peso è anche vero che è possibile recuperarlo con altrettanta facilità e, cosa ancora più importante, l’organismo potrebbe subire danni se questa dieta venisse prolungata troppo a lungo.

Cosa fare durante la dieta dell’astronauta

– Bere non meno di 2 litri di acqua al giorno

– Mangiare carne, pesce, uova e verdura a foglie verdi

– Fare moderata attività fisica

– Attenersi scrupolosamente allo schema

Cosa non si può fare durante la dieta dell’astronauta

– Non mangiare carboidrati ed amidacei

– Non usare grassi come olio, burro, margarina

– Niente zucchero o dolcificanti

– Niente alcool e bevande zuccherate

– Nessuno spuntino al di fuori di quelli indicati

Schema del menù tipo della dieta dell’astronauta

La colazione prevede 60 g di pane tostato, un caffè o un tè senza alcun tipo di dolcificante.

Lunedì

Pranzo: insalata di uova e spinaci

Cena: pesce alla griglia ed insalata

Martedì

Pranzo: bistecca, insalata, zuppa di verdure

Cena: pollo alla piastra e fagiolini (o pomodori)

Mercoledì

Pranzo: zuppa di pomodori, bistecca di maiale, insalata

Cena: pesce lesso, cavolfiori e insalata

Giovedì

Pranzo: pollo arrosto, zucchine

Cena: pesce arrosto, insalata

Venerdì

Pranzo: 2 uova, insalata di pomodori

Cena: prosciutto, spinaci

Sabato

Pranzo: 2 hamburger, insalata

Cena: formaggio magro, verdure lesse

Domenica

Pranzo: prosciutto di tacchino, zuppa di verdure, insalata

Cena: pesce al cartoccio, insalata mista.

Questo riportato è uno schema tipo della dieta; è possibile invertire i piatti e sostituire a piacimento carne, pesce, uova e formaggio magro. La cosa importante da tener presente è quella di non aggiungere altro durante i pasti e, nel corso della giornata, non fare spuntini. In caso di attacchi di fame si può bere una tisana, meglio se tè verde, senza alcun dolcificante.

Bisogna privilegiare cotture semplici senza grassi aggiunti, quindi sono perfetti pesce lesso e carne alla griglia; si possono mangiare verdure a volontà ma, anche in questo caso, senza usare condimenti e riducendo al minino il sale.

Prodotti consigliati per risultati veloci e migliori

Sappiamo bene tutti che seguire una dieta è di per sé difficile. Allora a volte è il caso di “chiedere l’aiutino da casa” 🙂

In commercio per fortuna esistono prodotti efficaci che velocizzano il processo del dimagrimento e altri prodotti che rassodano il corpo. Per ottenere risultati migliori è consigliato comunque seguire una dieta, e aggiungere un integratore alimentare, e per quanto poco fare dell’attività fisica con degli semplici attrezzi da casa.

Tuttavia in alcuni casi questi prodotti si sono verificati efficaci anche senza dieta. Chiaramente i risultati sono sempre soggettivi. 

Ecco i consigli della redazione:

XLS Forte per Perdita Peso

  • 100% di origine naturale

  • Piano di perdita peso GRATIS

  • Clinicamente Testato

Rassoda ogni parte del corpo

  • Addominali 

  • Gambe e Braccia

  • Pettorali e Spalle

Dieta dell’astronauta: farla o non farla?

Come appena visto, lo schema di questa dieta è molto restrittivo; si tratta di un regime alimentare drastico che prevede un apporto calorico giornaliero ridotto per cui è necessario valutare attentamente la fattibilità prima di iniziare. È sempre opportuno chiedere ad un medico ed in caso di parere favorevole, farsi seguire anche durante lo svolgimento. Questa dieta è stata sviluppata per delle specifiche esigenze, ovvero la vita degli astronauti in particolati condizioni atmosferiche e fisiche per cui non è detto che si adatti anche a chi vive sulla Terra.

In particolare, la quasi totale assenza di carboidrati, necessari per una dieta sana e bilanciata, potrebbe comportare dei problemi di salute. Ecco perché è consigliato seguire questo tipo di alimentazione al massimo per 14 giorni e tornare, poi, ad una del tutto normale. A questo proposito, poi, è necessario fare un’ulteriore precisazione. Effettivamente si possono perdere 8-10 kg, però nel momento un cui si ricomincia a mangiare normalmente questi chili possono essere recuperati con altrettanta facilità perché l’organismo reagisce ad un periodo di particolare restrizione accumulando più grasso e perché si è portati a mangiare di più come reazione ad una dieta così dura. Quindi attenzione alla fine dei 14 giorni perché i sacrifici potrebbero essere stati inutili. In genere è sempre meglio seguire una dieta varia, senza privilegiare alcun nutriente; ci vorrà più tempo per dimagrire, ma i chili persi difficilmente verranno poi recuperati.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono pubblicate a scopo esclusivamente informativo: non possono sostituirsi o integrare la diagnosi svolta dal medico. Tutte le informazioni non devono essere in alcun modo considerate come alternative alla diagnosi del medico curante, né tantomeno essere confuse e/o scambiate con la prescrizione di trattamenti e terapie. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. I prodotti sono recensiti a scopo informativo: non è possibile in nessun modo garantire risultati certi, le possibilità di riuscita di qualsiasi trattamento variano da paziente a paziente. Leggi il Disclaimer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *