Dieta antinfiammatoria: schema ed esempi

Nell’odierno panorama culinario e gastronomico che vede da vicino come sempre la convivialità come momento positivo di giornata, esiste però anche una controparte decisamente meno positiva. Stiamo parlando di quei processi infiammatori che rendono il nostro organismo più suscettibile e di conseguenza ci fanno vivere il piacere della tavola in modo molto meno bello. Si tratta di patologie talvolta, che interessano l’intestino e che necessitano di diete specifiche per contenere una situazione che altrimenti potrebbe degenerare in forme più aggressive e nocive. Vedremo pertanto in questo focus uno schema di dieta antinfiammatoria, quella adatta per l’intestino interessato da tale patologia, o ancora per il morbo di Chron, quindi diete senza glutine e lattosio, e altri menù similari che comportano anche un dimagrimento utile alla linea generale. 

Migliori dimagranti in offerta

OffertaBestseller No. 1
Blast Nutrition Brucia Grassi Potenti Veloci, Drenante Forte Dimagrante Efficace, 120 Capsule per Dimagrire Velocemente Donna e Uomo con Glucomannano, Carnitina, Bromelina, Te' Verde - Made in Italia
  • Programma drenante brucia grassi di 30 giorni: Questo integratore, composto da 120 pillole di alta qualità, è prodotto in Italia e progettato per sostenere efficacemente le diete dimagranti.
  • Effetto drenante per uomini e donne: La bromelina dell'ananas (100 mg) contribuisce a ridurre il gonfiore e l'accumulo di liquidi nelle gambe, braccia e cosce, favorendo la digestione e l'eliminazione delle tossine.
  • Formula potente: arricchita con glucomannano (1200 mg), L-carnitina, bromelina e tè verde, ingredienti altamente efficaci nel promuovere il metabolismo e nel modellare naturalmente addome, pancia e fianchi.
OffertaBestseller No. 2
Brucia Grassi Potenti Veloci. Drenante forte Dimagrante con Garcinia, L-Tirosina, Spirulina e Piperina. Termogenico 60 capsule keto per dimagrire. Accelera il Metabolismo, favorisce la Perdita Peso.
  • BRUCIA GRASSI POTENTI VELOCI: Hello Fat è un potente brucia grassi naturale che aiuta a perdere peso. Contrasta la fame nervosa e accelera il metabolismo, favorendo l'effetto bruciagrassi. Aiuta a normalizzare i livelli di glucosio, contrasta l’accumulo e la produzione di grassi
  • DIMAGRANTE FORTE E VELOCE DONNA: GARCINIA CAMBOGIA e ARANCIO AMARO sono due potenti termogenici naturali. Aumentano l’uso dei grassi come fonte di energia e stimolano l’organismo a bruciare più calorie del necessario. Risultati visibili nelle zone più critiche dell’adipe, pancia piatta
  • INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: la Garcinia Cambogia è in grado di calibrare il livello di Serotonina, l’ormone incaricato della sensazione di sazietà e contrasta la fame nervosa; La SPIRULINA invece, è ricca di proteine, vitamine e minerali che forniscono la giusta energia per spegnere il senso di fame

Anche perché, ricordiamolo sempre, avere problemi di intestino è molto limitante perché non consente di avere una vita ‘normale’, nel senso che bisogna sempre preoccuparsi di avere un bagno nelle vicinanze. E, spesso, il bisogno di andare in bagno può avvenire nei momenti meno importanti: se si sta tentando la fortuna leggendo le istruzioni per giocare alla roulette oppure durante l’appuntamento con la persona amata o, ancora, nel mentre di un colloquio di lavoro.

C’è uno schema di una dieta antiinfiammatoria?

Muoviamo dal primo punto di questa disamina che concerne l’alimentazione antinfiammatoria, o dieta antinfiammatoria che dir si voglia, da quello che potrebbe definirsi uno schema di base. Innanzitutto bisogna specificare che questa tipologia di alimentazione è adatta a tutti e che va a rimuovere o comunque limitare fortemente tutti quegli alimenti pro infiammatori. Esiste una serie di cibi che sono di largo consumo e di cui si ignora la capacità antinfiammatoria. Tra questi troviamo frutta e verdura stagionali, legumi, olio extra vergine di oliva, carboidrati integrali. Insomma una varietà di alimenti che oggi sono divenuti parte integrante e sostanziale della nostra dieta quotidiana e che favoriscono grazie alla loro caratterizzazione fibrosa e naturale un toccasana ed un rimedio utilissimo per contrastare l’infiammazione intestinale e le relative patologie. 

Qual è la dieta antinfiammatoria per l’intestino?

Veniamo ora ad un aspetto più specifico dell’alimentazione antinfiammatoria, ossia quella che interessa da vicino l’intestino. Infatti come detto in premessa esso è il principale obiettivo dei processi infiammatori e per tanto va preservato con cura. Quest’ultima si sviluppa soprattutto attraverso la giusta scelta di alimenti che portiamo a tavola. Spesso in una prima fase di “cura” dell’infiammazione intestinale si predilige una dieta povera di glutine e lattosio. Ciò perché questi due elementi sono quelli che producono maggiore infiammazione e quindi vanno eliminati almeno inizialmente. Poi man mano che migliora la condizione intestinale si può pensare di reintrodurre gradualmente sia il glutine che il lattosio ed i relativi prodotti che li contengono (al netto di allergie o intolleranze alimentari ovviamente). 

La dieta antinfiammatoria per chi ha il morbo di chron?

Il morbo di Chron rappresenta una delle patologie intestinali figlie dirette dell’infiammazione di questo specifico organo, sempre più in crescendo. Essa infatti è conseguenza di elementi genetici e cattive abitudini alimentari che unite le une alle altre rappresentano quell’insieme di cause multifattoriale scatenante la patologia cronica in questione. Tuttavia sebbene cronica, questa fase infiammatoria persistente può recedere stando agli ultimi studi in campo appunto scientifico e alimentare. Evitando infatti cibi industriali, additivi e prodotti ultra processati e lavorati (specie se in età pediatrica) si va a prevenire l’insorgenza di una malattia simile. Per chi invece purtroppo l’ha già contratta si tratta di limitarla attraverso una medesima azione di contrasto con una dieta povera degli alimenti sopra menzionati in addizione ad uso di farmaci ad hoc per il trattamento di questo morbo. 

Esiste la dieta antinfiammatoria senza glutine e lattosio?

Quando si parla di alimentazione antinfiammatoria come già spiegato nei paragrafi precedenti si chiamano in causa i prodotti contenenti glutine e lattosio. Questo perché questi elementi presenti in latticini, carboidrati (soprattutto bianchi) e non solo, sono responsabili dei processi infiammatori dell’apparato gastrointestinale. Un tratto delicato che proprio per questo motivo va tutelato al meglio delle nostre possibilità. Dunque fare delle scelte giuste in campo alimentare può rappresentare la prima arma di contrasto e prevenzione delle forme infiammatorie. Eliminare glutine e lattosio però ricordiamo essere una prassi che va bene qualora consigliata da specialisti dopo visite e controlli appositi e non per iniziativa personale. Questo va specificato perché in caso di assenza di intolleranze degli enzimi di cui sopra e di processi infiammatori eliminare glutine e lattosio nel lungo periodo comporterebbe un’insorgenza spontanea di intolleranze. Ciò si verifica in conseguenza della mancanza di produzione dell’enzima lattasi (per ciò che concerne il lattosio) e di quello che interessa il glutine. Quindi massima attenzione a non privarsi di tali elementi alimentari se non in caso di patologie o processi infiammatori/intolleranze appurate. 

Qual è il menu dieta antinfiammatoria?

In parte abbiamo già toccato questa tematica parlando degli alimenti che contrastano l’infiammazione gastrointestinale. Sulla base di quanto evidenziato in precedenza potremmo tracciare un menù del genere basato sostanzialmente su tanta frutta e verdura di stagione, legumi, carboidrati integrali e corretta idratazione. Quindi si può pensare ad una colazione con del kefir accompagnato da fette integrali o muesli (o perché no un porridge con latte di riso e fiocchi di avena); passando poi agli spuntini si opterebbe per della frutta (nei 200 gr. massimo di quantità) con kiwi, mela, o avocado (per introdurre i grassi buoni). A pranzo invece un piatto di pasta integrale con pesce o verdure grigliate (zucchine, zucca e cosi via); in ultimo a cena prediligere una proteina (merluzzo, carni bianche o legumi) accompagnata sempre da una verdura di stagione. 

Si può dimagrire con la dieta antiinfiammatoria?

Dando uno sguardo ad un esempio di dieta antinfiammatoria come quella menzionata prima già ci fa intuire quanto essa possa essere utile anche per il dimagrimento e non solo per contrastare le infiammazioni organiche. Questo perché ci si basa su proteine e grassi buoni, carboidrati integrali e verdure per il giusto apporto di fibre e acqua per idratarsi e pulire l’organismo da eventuali scorie. Tutto ciò che serve al nostro corpo per mantenersi sano e forte nel tempo, e ridurre il grasso viscerale, i rischi di patologie (cardiovascolari, infiammatorie e affini) e l’invecchiamento. Una dieta idonea a chiunque e che non comporta un costo eccessivo in termini economici per smentire le voci sull’elevato costo di diete del genere.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono pubblicate a scopo esclusivamente informativo: non possono sostituirsi o integrare la diagnosi svolta dal medico. Tutte le informazioni non devono essere in alcun modo considerate come alternative alla diagnosi del medico curante, né tantomeno essere confuse e/o scambiate con la prescrizione di trattamenti e terapie. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. I prodotti sono recensiti a scopo informativo: non è possibile in nessun modo garantire risultati certi, le possibilità di riuscita di qualsiasi trattamento variano da paziente a paziente. Leggi il Disclaimer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *