dieta a zona

Dieta a zona funziona per dimagrire? Schema e menù di esempio

In libreria o su internet, quando si cerca una dieta da adottare per disperdere i chili presi, viene fuori di tutto, dalla dieta crudista a quella del limone fino alla dieta del ghiaccio. Ci sono poi i regimi dietetici più famosi tra i quali la dieta a zona, ideata da Barry Sears: questo biochimico americano, studiando gli eicosanoidi, ha appurato che equilibrando la produzione di questi ormoni si possono apportare una serie di benefici alla salute e di conseguenza alla forma fisica.

Migliori dimagranti in offerta

OffertaBestseller No. 1
DRENASLIM® DETOX - 240 COMPRESSE | Drenante Forte Dimagrante | Bromelina Forte | Detox Dimagrante Drenante Depurativo Antiossidante | Diuretico Forte con Bromelina, Orthosiphon, Gymnema, Finocchio
  • ⚡️AZIONE DETOX RAPIDA E FORTE: uno dei grandi benefici del nostro integratore drenante dimagrante è il suo potere di eliminare le tossine dal nostro organismo; infatti, non è solo depurativo per il fegato, ma regola e purifica l’intero apparato digerente. Drenaslim, grazie alla sua formula innovativa e performante, che comprende Bromelina, Finocchio, Orthosiphon, Tarassaco, Gymnema e Cactinea, è l’ideale per purificare il proprio organismo e per raggiungere il peso forma.
  • 🍍RICCO DI BROMELINA, AD EFFETTO ANTICELLULITE E SNELLENTE: La Bromelina è un principio attivo presente nel Gambo dell’Ananas ad alta attività proteolitica (2500 GDU/g). Essa contrasta gli inestetismi della cellulite (cuscinetti e buccia d’arancia), migliora la circolazione contribuendo al riassorbimento della ritenzione idrica e lavora sul trofismo cutaneo, migliorando l'aspetto e la tonicità della pelle, anch'essa vittima dell'infiammazione derivante dalla cellulite.
  • 🔥DRENANTE FORTE E PERDITA DI VOLUME: Drenaslim ha forti proprietà diuretiche, grazie all’azione mirata di Orthosiphon e Tarassaco, ed è un alleato naturale in un percorso dimagrante perché favorisce la perdita di volume: infatti la diuresi elimina le tossine che potrebbero trasformarsi in grassi. Inoltre, grazie all’azione della Gymnema, il nostro integratore può essere utilizzato anche come soppressare dell’appetito. Perfetto ad ogni cambio di stagione o in caso di eccesso di cibo.
OffertaBestseller No. 2
XLS Medical Forte 5 Capsule per la Perdita di Peso, Adatto a Donna e Uomo con 5 Benefici in 1, App My Nudge Plan Inclusa, 180 capsule
  • Perdita di peso progressiva ed equilibrata: le capsule bruciano i grassi pre-esistenti, per una riduzione dell' indice di massa corporea, anche su fianchi e vita e per un`inibizione della sensazione di fame
  • Integratore clinicamente testato: grazie a Okranol, un complesso erboristico di fibre vegetali, le compresse attivano i processi metabolici per una veloce combustione dei grassi pre-esistenti
  • App My Nudge Plan: possibilità di un piano personalizzato per la perdita del peso in 12 settimane, stimolando ad assumere una dieta bilanciata con un’attività fisica regolare - Risultati dal 1° mese

Sperimentata per la prima volta sugli sportivi, la dieta di Sears ha avuto una veloce diffusione, trovando poi variazioni sul tema come la dieta a zona vegana, vegetariana e quella italiana basata sul consumo di piatti tipici della cucina mediterranea.

La dieta a zona si basa su dettami rigidissimi, eppure il suo nome curioso fa riferimento piuttosto a quello stato mentale ideale che si ottiene quando si raggiunge uno stato fisico ideale.

Cosa è la dieta a zona

La dieta a zona è low carb e iperproteica e promette non solo di far dimagrire ma anche di ottenere un miglioramento sia fisico che mentale. Il principio inderogabile su cui si fonda è quello del 40-30-30: ciò significa che il 40% della calorie deve provenire dai carboidrati, il 30% dalle proteine e il restante 30% dai grassi. In sostanza i tre macronutrienti sono distribuiti tra i vari pasti della giornata, spuntini compresi, in modo tale da controllare la glicemia e mantenere un certo equilibrio ormonale (in particolare dell’isulina, del glucagone e degli eicosanoidi).

Grazie alla regola del 40-30-30 la dieta a zona promette non solo di perdere peso ma anche di prevenire stati infiammatori, malattie croniche come il diabete riducendo i picchi glicemici, patologie cardiovascolari e l’Alzheimer. I sostenitori della dieta a Zona affermano anche un miglioramento delle capacità cognitive e un maggiore apporto energetico grazie all’equilibrio insulina-glucagone che porta l’organismo a utilizzare i grassi accumulatisi nei tessuti adiposi.

Per dimagrire con la dieta a zona, oltre ad attuare meticolosamente la regola del 40-30-30, bisogna mettere in pratica alcuni accorgimenti:

• far passare tra un pasto e lo spuntino circa 4-5 ore e tra uno spuntino e il pasto successivo non più di 3 ore

• la colazione deve essere fatta entro circa mezz’ora dal risveglio mattutino

• fare uno spuntino mezz’ora prima di coricarsi a letto

• fare regolare attività fisica senza eccedere nell’intensità

• assumere integratori di omega 3

Il Sistema dei Blocchi e altri metodi

Oltre alla regola del 40-30-30, Barry Sears ha ideato il Sistema dei Blocchi per migliorare l’efficacia della dieta a zona e scegliere il pasto giusto sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Ogni blocco viene definito in base al soggetto, al suo sesso, all’età e alla sedentarietà: per questo motivo, prima di iniziare la dieta a zona, è utile stabilire, con l’aiuto di un nutrizionista, la massa magra e la quota proteica.
Ogni blocco è suddiviso a sua volta in tre blocchetti, ognuno dei quali corrisponde alla quota di carboidrati, proteine e grassi nella proporzione di 40-30-30.

Ad esempio un uomo sedentario dovrà alimentarsi secondo 13 blocchi (2 a colazione, 4 a pranzo, 4 a cena e 2 blocchi per ogni spuntino) mentre a una donna sedentaria saranno attribuiti 11 blocchi (2 a colazione, 3 a pranzo, 4 a cena e 1 blocco per ogni spuntino).

Uno dei difetti della dieta a zona è la sua attuazione, piuttosto complicata: per questo c’è un’alternatica al Sistema dei Blocchi e si tratta del metodo della mano, in base al quale si misurano le proteine usando solo il palmo della mano mentre per i carboidrati l’unità di misura sarà l’intero pugno.

L’ultima invenzione di Barry Sears è poi il metodo a punti che tiene conto soprattutto dell’indice glicemico degli alimenti, preferendo quindi i cibi con un carico glicemico più basso al fine di evitare gli attacchi di fame. Secondo questo metodo una donna non deve superare, nella sua alimentazione, 15 punti mentre per l’uomo la soglia invalicabile è 20: se si pensa che una patata ha un punteggio di 28, si capisce bene quanto rigorosa sia questa dieta.

Cosa mangiare e menù esempio

Nella dieta a zona le proteine sono importanti, in particolare quelle derivanti da uova, legumi, carni magre e pesci ricchi di omega 3 come salmone, sgombro, sardine e tonno.

Si possono consumare yogurt al naturale, latte parzialmente scremato, latticini magri, olio extra vergine di oliva e frutta secca. La frutta fresca e la verdura sono essenziali nella dieta a zona in quanto, controllando l’immissione di zuccheri nel sangue, si evitano i picchi insulinici causati dai glucidi: sono però da limitare quei frutti più zuccherini e le verdure amidacee come le patate e gli altri tuberi.

Sono inoltre da evitare i carboidrati con indice glicemico elevato, i grassi di origine animale, i dolci, le bevande zuccherate, gli insaccati e le carni rosse.
Un menù esempio della dieta a zona può essere:

colazione con un frullato preparato con latte scremato, 2 cucchiai di mandorle, mezza tazza di arancia e mezza di mela

spuntino mattutino con 30gr di prosciutto crudo sgrassato e 90gr di mela

pranzo con 90gr di petto di pollo e un insalata verde con carote condita con olio evo , sale e aceto; come frutta si può optare per 90gr di uva nera

spuntino pomeridiano con un bicchiere di latte scremato e 3 noci

cena a base di salmone al cartoccio con verdure al vapore

I critici della dieta a zona ritengono non solo che non sia una soluzione migliore di altri regimi alimentari ipercalorici per perdere peso. Essi ritengono poi che la dieta a zona non riesca a controllare i livelli glicemici in quanto l’equilibrio tra insulina e glucagone sarebbe annullato dalla presenza di glucidi.

Causerebbe poi l’aumento del colesterolo cattivo LDL e comporterebbe un eccessivo carico sui reni che, vista la produzione di corpi chetonici davanti alla poca presenza di carboidrati, sono chiamati lavorare con uno sforzo maggiore.

Prodotti consigliati per risultati veloci e migliori

Sappiamo bene tutti che seguire una dieta è di per sé difficile. Allora a volte è il caso di “chiedere l’aiutino da casa” 🙂

In commercio per fortuna esistono prodotti efficaci che velocizzano il processo del dimagrimento e altri prodotti che rassodano il corpo. Per ottenere risultati migliori è consigliato comunque seguire una dieta, e aggiungere un integratore alimentare, e per quanto poco fare dell’attività fisica con degli semplici attrezzi da casa.

Tuttavia in alcuni casi questi prodotti si sono verificati efficaci anche senza dieta. Chiaramente i risultati sono sempre soggettivi. 

Ecco i consigli della redazione:

XLS Forte per Perdita Peso

  • 100% di origine naturale

  • Piano di perdita peso GRATIS

  • Clinicamente Testato

Rassoda ogni parte del corpo

  • Addominali 

  • Gambe e Braccia

  • Pettorali e Spalle

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono pubblicate a scopo esclusivamente informativo: non possono sostituirsi o integrare la diagnosi svolta dal medico. Tutte le informazioni non devono essere in alcun modo considerate come alternative alla diagnosi del medico curante, né tantomeno essere confuse e/o scambiate con la prescrizione di trattamenti e terapie. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. I prodotti sono recensiti a scopo informativo: non è possibile in nessun modo garantire risultati certi, le possibilità di riuscita di qualsiasi trattamento variano da paziente a paziente. Leggi il Disclaimer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *